Tag

metropolitana

departure-platform-371218_960_720
Brevi storie tristi

Mind the gap

In metropolitana. L’edicolante mi da tre biglietti quando ne ho pagati soltanto due e io me ne accorgo una volta superati i tornelli. Con un gesto nobile gli urlo ‘ti sei sbagliato, mi hai dato un biglietto in più!’. Lui, come nelle commedie a lieto fine corre verso di me, salta la sbarra, mi guarda negli occhi e si dimostra felice e grato.

Cinque minuti dopo infilo la mano in tasca e mi accorgo che quello che doveva essere il biglietto in più in realtà era mio ed era già stato utilizzato. Il timbro si vedeva in modo impercettibile. Come nelle commedie tristi rimango solo a contemplare il mio errore.

13082492_10153465659626811_263095684143231455_n
Miti e leggende

A lezione di marketing

In metropolitana un ragazzino suona malissimo la fisarmonica. Un cornacchione strappato alla natura. Nonostante la tenerezza, tutti si tappano le orecchie e sognano di essere altrove. Poi smette di colpo ed esclama: ‘datemi una mano o continuerò all’infinito’.

Piovono bonifici.