image

Cosa ho capito dei pranzi a casa di lei/lui.

  • se porterai il bianco ci sarà carne, se porterai il rosso sarà il turno del pesce. In ogni caso saprà di tappo;
  • se aiuterai ad apparecchiare cadranno più piatti che nella guerra dei Roses;
  • Il giorno prima avrai contratto l’influenza e la attaccherai a tutti;
  • non importa dove ti siederai. Tirerai più calci sullo stinco e gomitate del ragazzo dal Kimono d’oro;
  • se c’è un gatto ti abbaierà;
  • ti serviranno l’unica cosa che non ti piace. Per 14 volte di fila.
  • si parlerà sempre di argomenti a te ostili e di cui non sai un’emerita bega;
  • i congiuntivi sono rimasti a casa;
  • non ti sbrodolerai. Creerai uno tsunami.
  • Tua suocera diventerà il tuo capolavoro: la tela da imbrattare con il sugo di spaghetti;
  • ti squillera’ il cellulare 130 volte. E saranno tutte chiamate di vitale importanza;
  • farai solo un tipo di battute: quelle che non fanno ridere;
  • sarai agitato. Non sarai tu che tagli il coltello, e’ lui che taglia te.

Alla fine ti offriranno l’amaro e sarà la cosa più dolce di tutta la tua giornata.